Message
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon QRP mobile o portatile: facciamo chiarezza

There are no translations available.

di Giancarlo Saiu, IS0ESG

QRP mobile o portatile: facciamo chiarezza

Proprio nel mese di aprile cominciamo a sentire quel "prurito" particolare che ci spinge ad operare all'aria aperta, grazie anche alle belle giornate sempre più frequenti ed alle ore di luce che cominciano ad aumentare gradatamente, preludio di una Primavera incombente, vero e proprio trampolino di lancio per un'attività estiva che ci permetterà sicuramente lunghe operazioni in mobile o in portatile. Ecco, proprio qui sta il nocciolo della questione: quando dobbiamo considerare le nostre operazioni "mobile" e quando invece "portatile"? Da quello che sento in aria e dalle chat sui social dove si discute di Radio a 360 gradi ho la sensazione che sull'argomento debba essere fatta chiarezza, perché una parte considerevole di operatori dediti al QRP spesso confonde la tipologia delle operazioni che invece, a mio parere, hanno delle prerogative specifiche differenti in maniera sostanziale.



Leggi l'articolo in PDF
tratto da RadioRivista 4/21 pagg. 74-76