Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon La 447ª prova di sintonia per l'esercitazione di Protezione Civile


Nella scorsa estate è stata effettuata la consueta "Prova di sintonia" (Nr. 447) tra le Prefetture italiane. Da anni queste prove vedono protagonisti i radioamatori italiani che, dalle sedi prefettizie di loro competenza, effettuano collegamenti per verificare la copertura di tutto il territorio nazionale nel malaugurato caso che questo sia reso necessario da un evento calamitoso...

Leggi l'articolo in PDF
tratto da RadioRivista 6/22 pag. 69

 

PostHeaderIcon Vita di Sezione: ARI-Scandicci e la Protezione Civile

Vita di Sezione: ARI-Scandicci e la Protezione Civile

Agli inizi della scorsa primavera, la Protezione Civile Colli Fiorentini del Comune di Scandicci (Firenze), nella persona del responsabile il Signor Cristiano Braganti, con cui abbiamo una convenzione in atto per tale scopo, ci comunicò che avrebbero avuto bisogno della nostra opera, presso il Centro Vaccini Covid 19, che da lì a poco sarebbe stato aperto, presso il Centro Rogers, spazioso ambiente dove normalmente si svolgono convegni e dove noi  negli anni passati, abbiamo organizzato il "Mercatino di Scandicci".


Leggi l'articolo in PDF
tratto da RadioRivista 6/22 pag. 14

 

PostHeaderIcon Exer Protezione Civile "Belpasso, 350 anni dopo Malpasso"

di Concetto Caruso, IW9CTJ

Exer Protezione Civile "Belpasso, 350 anni dopo Malpasso"

Nell'ottobre dell'anno passato nel territorio comunale di Belpasso (Ct), si è tenuta l'esercitazione di Protezione Civile. L'addestramento ha avuto come tema la rievocazione della distruzione dell'intero paese di Malpasso (allora era così chiamato l'odierno Belpasso) a seguito di un'immensa colata lavica generatasi da una frattura apertasi sul versante ovest dell'Etna, causata da un violento terremoto di origine vulcanica.

Il programma comprendeva: l'evacuazione delle scuole primarie e secondarie, l'evacuazione di una parte di cittadini abitanti nell'area a NE del paese (limitrofa alla famosa bocca eruttiva- distruttiva), operazioni di soccorso in luoghi impervi con l'ausilio di unità cinofile - per la ricerca di persone tra le macerie, e di soccorso funicolare a cura del personale del Cai (Club Alpino Italiano) e del Soccorso Alpino, oltre alla parte sanitaria assicurata dalla locale Fraternità della Misericordia di Belpasso nonché protezione dei beni culturali.

Leggi l'articolo in PDF
tratto da RadioRivista 7-8/20 pagg. 104-105

 

PostHeaderIcon Delegazioni a confronto con idee e progetti in F.V.G.

di Giovanni Giol, IV3AVQ

Delegazioni a confronto con idee e progetti in Friuli Venezia Giulia

Una delegazione dei radioamatori Soci ARI del Friuli Venezia Giulia ha recentemente incontrato il nuovo direttore del servizio numero unico di emergenza - Nue 1 1 2 gestito dalla Protezione Civile della regione autonoma FVG ingegnere Nazzareno Candotti.

Sono state illustrate le prerogative che la nostra Associazione, che ha una convenzione in essere con la Regione, può mettere a disposizione delle Comunicazioni Alternative di Emergenza, nonché le potenzialità tecniche esistenti e quelle future.

In Friuli Venezia Giulia ci sono circa 600 soci di cui a tutt'oggi 129 iscritti al gruppo a disposizione della Protezione Civile, sia Regionale sia Nazionale, suddivisi nelle otto Sezioni che insistono nel territorio (Udine, Trieste, Gorizia, Pordenone, Grado, Monfalcone, Manzano, San Daniele).


Leggi l'articolo in PDF
tratto da RadioRivista 7-8/20 pag. 106