Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Risultati 2015

PostHeaderIcon Contest delle Sezioni ARI – 2015

Cari Contesters,
eccovi i risultati dell’edizione 2015 del Contest delle Sezioni ARI.

Il risultato di questa edizione è di nuovo leggermente inferiore alle attese, con un risultato netto di una diminuzione di 22 log che, purtroppo, conferma il trend sostanzialmente negativo.

I log ricevuti sono stati in totale 368, (359 OM e 9 SWL), quando nel 2014 furono ricevuti 390 log di cui 12 SWL. E’ comunque sempre un buon risultato, tenendo conto del calo che c’è stato anche nel contest ARI International, ma ritengo pur sempre che la partecipazione dovrebbe, e potrebbe, essere più ampia, vista la natura del contest stesso fatto “apposta” per l’attività delle sezioni.

Nonostante quanto appena premesso, possiamo senza dubbio riscontrare anche dei fatti molto positivi. In primis è bello constatare che il comportamento “on-air” dei partecipanti sia sostanzialmente corretto e disciplinato, con sfide all’ultimo QSO, invece che all’ultimo Spot, come qualche anno fa purtroppo ci eravamo abituati a dover sanzionare.

Inoltre, nonostante una partecipazione in tono minore, e questo è il secondo fatto molto positivo, sono stati registrati dei nuovi record, che sono sempre un grande indicatore di una edizione molto combattuta e ben interpretata da coloro che questi record hanno raggiunto o che hanno avvicinato.

Venendo quindi ai risultati troviamo nella categoria Multi-Operatore, IQ1RY, la stazione della Sezione di Bra, che riconferma la vittoria dello scorso anno, con un punteggio che rappresenta il nuovo record, non di categoria Multi-Op bensì quello di Multi-IQ! IQ3KU nuovamente seconda riconferma la classifica dello scorso anno, mentre la medaglia di bronzo va a IQ4FA. In questa categoria i partecipanti sono stati 28 contro i 35 dello scorso anno.

Nel Singolo CW HP nuova vittoria per Gianni, I7PHH, che riconferma oltre alla costante presenza nei contest nostrani, anche una indubbia capacità operativa, lasciando ancora al posto d’onore Pietro, IZ8DVD con al terzo posto Alfonso, IT9MUO. Nel SO CW Low Power la conferma di Giuseppe, IT9RZU, al primo posto con al secondo Massimo, IV3SXI e Marco IZ3ETC.

Passando al SO SSB HP ritroviamo Costantino, IZ8EPX, che si è riconfermato al top della categoria pur con un punteggio ben lontano dal record che gli appartiene dal 2009, precedendo Daniela, IT9DWW, che, seppur giovane, aspira a stabili posizioni di vertice con Marco, IK0PHY al terzo posto.

Nella SSB Low Power troviamo un altro record, realizzato da Giuseppe, IT9CFP, con Aldo, IZ8DFO al secondo posto e con Simone, IT9YAO,  ancora al terzo posto, con tutti e tre i primi classificati che hanno realizzato un punteggio superiore al precedente record! Complimenti!.

Nella classe SO RTTY HP è ritornato, e alla grande, con il nuovo record di categoria che già gli apparteneva, Paolo, IN3VVK, con Giovanni, IZ1DFG e Andrea, IQ6AN (IK6VXO) rispettivamente al secondo e terzo posto. Nella SO RTTY LP troviamo al primo posto Alfio, IT9VCE, con Gino, IN3BIY al secondo posto e il vincitore dello scorso anno, Mario, IZ8EDL,  al terzo.

Nella classe regina, ovvero SO Mixed HP, troviamo Antonio, IZ8CCW, al primo posto mentre al secondo posto Stefano, IK2HKT, che, tra una spedizione e l’altra, trova il tempo per “rilassarsi” nei contest, appena davanti a Lucio, IQ3MF (IV3HWT) al terzo posto.

Nella SO Mixed LP al primo posto Francesco, IZ5NRF, bissa il successo della passata edizione, con Helga, IN3FHE,  a debita distanza, al secondo posto e Maurizio, IZ7WWY al terzo.

Nella categoria SWL, Alfonso, IZ1DGG si riprende lo scettro, dopo il secondo posto dello scorso anno, davanti ad Adamo, IK2SBB, mentre nella terza piazza ritroviamo Theodor, IN3TRX già terzo nella passata edizione.

E per finire, nella classifica per Sezioni vince nuovamente Cosenza  con un margine su Bra, seconda, che si è ridotto di molto rispetto alla passata edizione, con Mestre  terza classificata.

Come già per il contest ARI International, anche per il Sezioni nessuna Sezione ha ottenuto il minimo punteggio per ottenere il Diploma di Partecipazione che, come da regolamento, prevede un minimo di presenza in 8 categorie sulle 10 esistenti.

Ricordo che il regolamento, per quanto il contest abbia una lunga tradizione e sia sostanzialmente sempre “lo stesso”, evolve di concerto con le richieste dei partecipanti e con le necessarie modifiche e aggiornamenti, se non altro dovuti, in particolare, per l’evolversi delle tecnologie e delle tecniche operative utilizzate. Amen.

Dopo il leggero incremento nella partecipazione delle Sezioni dello scorso anno, il numero si è nuovamente ridotto a 155, praticamente quello del 2014. Siamo quindi poco sopra il 50%, un dato veramente preoccupante, non tanto per questo Contest, ma per l’Associazione intera. Una struttura che per metà non si mette in mostra, che non fa sentire la propria presenza, è sintomo di una organizzazione esistente solo sulla carta ma che non riflette la realtà.

So benissimo di essere noioso e ripetitivo ma, lasciatemelo dire per l’ultima volta, questo è il contest delle Sezioni ARI, fatto apposta per creare un momento di incontro e di attività sociale, una occasione speciale alla quale tutte le Sezioni ARI dovrebbero sentirsi in obbligo “morale” di parteciparvi. Non è purtroppo così e, forse, anche questi sono segni di un affievolimento dei sentimenti di appartenenza e partecipazione all’Associazione. Spero di sbagliarmi e di essere presto smentito.

Giunti alla fine è il momento dei complimenti ai vincitori e a tutti i partecipanti grazie ai quali, almeno, il divertimento è assicurato.

Roberto (Bob) Soro, I2WIJ
A.R.I. HF Contest Manager

Leggi i risultati in PDF